Dopo il grande successo di I fantasmi di Portopalo, Beppe Fiorello sarà Mimmo Lucano in una mini-serie in arrivo su Rai 1. L’attore siciliano è reduce dagli ottimi ascolti della fiction che ha portato sul piccolo schermo la vita di Salvatore Lupo. Sull’onda della migliore fiction civile, ha annunciato questo progetto al recente Festival della TV e dei nuovi media di Dogliani.

Beppe Fiorello sarà Mimmo Lucano
Beppe Fiorello sarà il sindaco di Riace in tv

Al centro della serie ci saranno ancora i temi della legalità, delle frontiere e dei migranti. La vicenda di Lucano è emblematica in tal senso. Sindaco di Riace, il politico calabrese è giunto agli onori delle cronache per aver trasformato l’emergenza sbarchi in una risorsa per rivitalizzare il paese dei Bronzi. Come? Dando ospitalità a più di seimila immigrati che non solo hanno ripopolato la cittadina, ma lì sono rimasti e hanno aperto attività commerciali.

Beppe Fiorello sarà Mimmo Lucano in una fiction Rai

Un borgo rigenerato dall’accoglienza e dall’integrazione, un percorso già raccontato al cinema nel documentario Un paese di Calabria di Shu Aiello e Catherine Catella. Per questo seguito ideale dei Fantasmi di Portopalo, Fiorello ha avuto le idee chiare sin da subito. “Lo spunto mi è venuto una notte, navigando su Internet, a caccia di idee”, ha raccontato a Dogliani. “Nella classifica dei 50 leader più influenti del mondo stilata dalla rivista statunitense ‘Fortune’, tra tanti nomi di potenti della terra, al quarantesimo posto leggo: Mimmo Lucano. Chi è? Cerco e trovo la sua storia”.

Nel 1998 a Riace sbarca una nave carica di curdi”, ha spiegato. “Le vecchie case e le botteghe abbandonate rinascono, ora ci lavorano un calabrese e un migrante. Ho girato per Riace, c’è tutto il mondo, è una comunità perfetta. È bellissima perché in ogni bottega trovi un calabrese e un migrante, un calabrese che fa il pane con un’indiana, un netturbino cingalese. Il modello Riace ti dice che il Paese non deve avere paura dei migranti”. Pronto ai primi ciak, Beppe si prepara a diventare “Mimmo ‘u curdu”. La mini-serie andrà in onda su Rai 1 non prima del 2018.

Commenti