David Hasselhoff pronto al reboot di Supercar. Dopo il ritorno di Baywatch con Dwayne Johnson e Zac Efron, l’attore icona della tv anni 80-90 è pronto a rispolverare il suo cavallo di battaglia. In un’intervista concessa a The Hollywood Reporter, Hasselhoff ha ammesso l’intento di far rivivere la serie cult andata in onda dal 1982 al 1986.

Ho passato delle idee a James (Gunn, regista di Guardiani della Galassia Vol. 2, in cui appare in un divertente cameo, ndr) per Supercar e mi ha risposto alla grande”, ha rivelato.

David Hasselhoff pronto al reboot di Supercar
David Hasselhoff in Supercar

Un eventuale reboot – che sia una nuova serie o un film – riporterebbe al giorno d’oggi le avventure di Michael Knight. Salvato dalla Fondazione Knight che gli restituiva la vita con una nuova identità, nel telefilm originale combatteva contro “le forze del male” insieme a Kitt, l’automobile controllata da un’ironica intelligenza artificiale.

Il duo uomo-macchina, i gadget avveniristici, la voce di Kitt fecero subito diventare la serie un vero e proprio cult. Per riportare Knight Rider (questo il titolo originale) sullo schermo, Hasselhoff ha posto però una condizione.

David Hasselhoff pronto al reboot di Supercar

Se il progetto andrà avanti non voglio che venga snaturato come Baywatch o 21 Jump Street”, ha specificato a THR. “Questi film hanno perso quello che rappresentano e bisogna rispettare i fan. Vedremo cosa accadrà con il tempo, non posso dire nulla al momento”. D’altronde nel corso degli anni, sono stati fatti altri tentativi di reboot del telefilm.

Nel 2008, NBC lanciò uno show con Justin Bruening nei panni di Michael Knight. Purtroppo, la serie non ebbe grande successo e fu cancellata dopo una sola stagione, come accadde anche al successivo Team Knight Rider. Nel 2016, Justin Lin era stato ufficializzato alla regia di un progetto simile di rilancio. Sembrava l’uomo giusto dopo aver girato film come Fast & Furious e Star Trek Beyond. Anche in quel caso fu un buco nell’acqua. Che sia questa la volta buona?

Commenti