Game Of Thrones è stato il trionfatore assoluto ai Primetime Emmy 2016, gli Oscar della televisione dedicati alle serie di prima serata. Il fantasy HBO ha fatto incetta di premi, conquistando ben 12 statuette, tra le quali le tre più importanti come Miglior serie drammatica, Miglior regia (Miguel Sapochnik) e Miglior sceneggiatura (David Benioff e D.B. Weiss) per l’episodio Battle of the Bastards.

Emmy 2016
Kit Harington in una scena di ‘Battle of the Bastards’ (foto: HBO)

Dopo aver fatto il pieno di nomination, Il Trono di Spade si conferma un must del piccolo schermo con un altro primato: arriva a 38 Emmy complessivi, superando un classico della tv americana come Frasier. “Abbiamo amato molto Frasier, è uno show durato tantissimo”, ha scherzato David Benioff ritirando il premio. “Siamo sicuri che in futuro anche il nostro record verrà battuto, ma speriamo solo quando saremo tutti morti”.

Emmy 2016: trionfa Game of Thrones

La cerimonia di premiazione, condotta da Jimmy Kimmel al Microsoft Theatre di Hollywood, ha visto anche la consacrazione di The People v. O.J. Simpson. Il primo capitolo dell’American Crime Story prodotta da Ryan Murphy ha vinto come Miglior miniserie, battendo la concorrenza di Fargo, The Night Manager e Roots. Inoltre, Sterling K. Brown, Sarah Paulson e Courtney B. Vance hanno conquistato le rispettive statuette come Miglior attore non protagonista, Miglior attrice e Miglior attore protagonista.

Veep si riconferma Miglior serie comedy e conquista anche l’Emmy per la Miglior attore protagonista con Julia Louis-Dreyfus. Sherlock – L’abominevole sposa ha vinto come Miglior film per la tv, Last Week Tonight with John Oliver è il Miglior talk show, The Voice è il Miglior talent. Miglior attore protagonista in una serie drammatica è Rami Malek in Mr. Robot, Miglior attrice è Tatiana Maslany per la sua straordinaria performance multipla in Orphan Black.

Tutti i vincitori della 68° edizione

Miglior attore protagonista in una serie comedy è Jeffrey Tambor per il suo ruolo transgender in Transparent. Miglior attore non protagonista in una serie drammatica è Ben Mendelsohn per aver interpretato Danny Reyburn in Bloodline, mentre la Miglior attrice non protagonista in un drama è Maggie Smith per Downton Abbey. Infine, Miglior attore non protagonista in una comedy è Louie Anderson per Baskets, Miglior attrice non protagonista in una comedy è Kate McKinnon per i suoi sketch al Saturday Night Live, Miglior attrice non protagonista in una miniserie è Regina King per American Crime.

Commenti