Gli Emmy 2018 hanno le loro nomination. Sono tre i grandi favoriti ai premi assegnati ogni anno dalla Academy of Television Arts & Sciences ai migliori show di prima serata. Il Trono di Spade, la serie fantasy HBO che nel 2019 si concluderà con l’attesissima ottava stagione, ha ricevuto ben 22 candidature, tra cui quella nella categoria più prestigiosa come miglior serie drammatica. A contendersi la statuetta più ambita ci saranno The Americans, The Crown, The Handmaid’s Tale, Stranger Things, This is Us e Westworld. Proprio Westworld, la serie di Jonathan Nolan e Lisa Joy giunta alla seconda stagione, tallona Game of Thrones con 21 candidature.

Emmy 2018 nomination: Game of Thrones domina

Tra le serie comedy, sbanca Atlanta di FX: 16 nomination per la serie di Donald Glover (il giovane Lando Calrissian di Solo: A Star Wars Story). Dovrà vedersela con Barry, Black-ish, Curb Your Enthusiasm, Glow, The Marvelous Mrs. Maisel, Silicon Valley e Unbreakable Kimmy Schmidt. Gli attori nominati per la migliore interpretazione sono Glover, Anthony Anderson (Black-ish), Ted Danson (The Good Place), Larry David (Curb Your Enthusiasm) e Billy Hader (Barry). Nella stessa categoria comedy, al femminile, la sfida sarà tra Pamela Adlon (Better Thigs), Rachel Brosnahan (The Marvelous Mrs. Maisel), Tracee Ellis Ross (Black-ish), Issa Rae (Insecure), Lily Tomlin (Grace and Frankie) e Allison Janney (Mom).

Emmy 2018 nomination
Samira Wiley e Ryan Eggold annunciano le candidature (foto: Instagram @televisionacad)

Emmy 2018, candidati storici Sandra Oh e Claire Foy

Nomination storica per Sandra Oh: l’attrice canadese, figlia di immigrati coreani e celebre per il ruolo di Cristina Yang in Grey’s Anatomy, è la prima attrice di origini asiatiche a essere candidata al premio per la migliore interpretazione femminile in una serie drama per la parte di Eve Polastri in Killing Eve. Ora dovrà vedersela con Claire Foy (The Crown), Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale), Tatiana Maslany (Orphan Black), Keri Russell (The Americans) ed Evan Rachel Wood (Westworld). Sul fronte maschile, a contendersi l’Emmy come miglior attore protagonista in una serie drammatica sono Jason Bateman (Ozark), Sterling K. Brown (This is Us), Ed Harris (Westworld), Milo Ventimiglia (This is Us) e Jeffrey Wright (Westworld). Tra le miniserie, la corsa all’Emmy è tra The Alienist, Genius: Picasso, Godless, Patrick Melrose e The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story. Spicca un dato significativo: dopo 17 anni, Netflix supera HBO e diventa il network con più nomination complessive, 112. La cerimonia di premiazione si terrà il 17 settembre al Microsoft Theatre di Los Angeles. La lista completa è su Emmys.com.

Commenti