Henry Cavill sarà Geralt in The Witcher, la serie tv Netflix basata sulla saga fantasy dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski. I romanzi del ciclo sono diventati famosi grazie ai videogiochi che hanno venduto oltre un milione di copie in tutto il mondo. Cavill, interprete di Superman nel DC Extended Universe, è un grande appassionato del videogame e della saga letteraria. L’attore aveva espresso proprio qualche settimana il desiderio di diventare il “Macellaio di Blaviken” nel progetto che la produttrice, sceneggiatrice e showrunner Lauren Schmidt Hissrich (Daredevil, The Defenders, Umbrella Academy) sta ultimando per il colosso dello streaming.

Henry Cavill sarà Geralt in The Witcher

“Amo questo gioco” ha confessato l’uomo d’acciaio, al cinema in questi giorni nel cast di Mission: Impossible – Fallout, in una intervista a IGN. “Diventare Geralt di Rivia sarebbe un ruolo incredibile. I libri sono davvero buoni… Ho iniziato a leggerli e meritano parecchio”. Non è la prima volta che l’attore statunitense rivela di essere un fan sfegatato dei videogiochi. In passato ha raccontato di non aver risposto alla prima telefonata che il regista Zack Snyder gli aveva fatto per offrirgli la parte di Superman nell’universo DC perché alle prese con World of Warcraft.

Henry Cavill sarà Geralt in The Witcher
Henry Cavill versione Geralt di Rivia (foto: Twitter @screenrant)

Henry Cavill: The Witcher per Netflix

The Witcher arriverà su Netflix nel 2020. I registi chiamati a dirigere i dieci episodi della prima stagione saranno tre. Le prime quattro puntate verranno dirette da Alik Sakharov (House of Cards, Game of Thrones), poi toccherà ad Alex Garcia Lopez (Luke Cage, Fear the Walking Dead) e a Charlotte Brändström (Outlander, Counterpart). Cavill si sta già preparando alla parte del Lupo Bianco, come ha mostrato ai suoi follower sul suo profilo Instagram. “Il mio nuovo indirizzo è: Geralt C/O Vesemir, Kaer Morhen, Kaer Morhen Valley, Hertch, Kaedwen” ha scritto in quest’ironico post, che ha subito fatto il pieno di like.

Commenti