Il silenzio dell’acqua fiction Mediaset è uno dei pezzi pregiati della prossima stagione televisiva. La strategia del nuovo corso voluto da Daniele Cesarano, direttore della fiction Mediaset, è chiara: proporre al pubblico generalista contenuti diversi, nel linguaggio e nello stile. L’intenzione di regista e autori è provare a fare qualcosa di diverso. Con star del piccolo e grande schermo e registi di formazione cinematografica.

Il silenzio dell’acqua fiction Mediaset

Come nel caso di Non mentire (rifacimento dell’omonima serie anglo-americana Liar), anche Il silenzio dell’acqua è un remake. La fonte d’ispirazione è infatti Broadchurch, il pluripremiato crime drama britannico con Olivia Colman (La favorita, prossima Regina Elisabetta in The Crown) e David Tennant (Doctor Who). Dalle coste del Dorset alla provincia italiana (in questo caso Trieste), il passo è breve.

Ambra Angiolini e Giorgio Pasotti sono i due protagonisti. Tutto comincia quando l’adolescente Laura Mancini scompare misteriosamente. La sua drammatica e inquietante sparizione porta in paese Luisa (Angiolini), una detective di città affiancata dallo schivo e puntiglioso collega locale (Pasotti). Le loro indagini porteranno alla luce i misteri e i segreti di questo piccolo borgo marittimo. “Nello scardinamento delle certezze emergono dubbi in cui tutti possiamo riconoscerci”, ha rivelato Ambra in un’intervista al Correre della Sera.

Il silenzio dell'acqua fiction
Ambra Angiolini (foto: Corriere della Sera)

Il silenzio dell’acqua Mediaset e la nuova serialità

Il silenzio dell’acqua è diretta da Pier Belloni, che ha firmato fiction come R.I.S. – Delitti imperfetti e Squadra Antimafia – Palermo oggi. La sceneggiatura è di Jean Ludwigg (Io non mi arrendo, Incantesimo) e Leonardo Valenti (Distretto di Polizia, Romanzo criminale). La produzione è Vela Film, la società romana di Tommaso Dazzi e Maurizio Tini che ha già portato in tv La porta rossa e L’ispettore Coliandro. Il resto del ricco cast garantisce l’impostazione moderna della serie, come ha spiegato la sua protagonista: “Sarà il primo progetto con questo linguaggio su Canale 5”. Quando inizia non è ancora stato comunicato da Mediaset, per ora l’attrice apre già alla possibilità di una seconda stagione: “Mi piacerebbe un sacco”.

Commenti