Un poliziotto ucciso dai narcotrafficanti, forse. La moglie magistrato dalla quale si stava separando. Una giovane medium che accetta l’idea di interagire con uno sbirro morto. La porta rossa debutta mercoledì 22 febbraio in prima serata su Rai 2: una serie intrigante e misteriosa diretta da Carmine Elia e firmata da Carlo Lucarelli con Giampiero Rigosi, Sofia Assirelli e Michele Cogo.

La porta rossa
Lino Guanciale

Lino Guanciale è il commissario Cagliostro della questura di Trieste, appena sparato alle spalle mentre sta arrestando il Messicano, un criminale che gestisce lo spaccio di una nuova droga letale. Eppure Cagliostro riceve una seconda possibilità e rimane al mondo. Deve scoprire il suo assassino perché sa che la stessa mano che ha aperto il fuoco contro di lui ucciderà anche sua moglie Anna (Gabriella Pession).

La porta rossa: Lino Guanciale poliziotto “fantasma”

L’unica possibilità che ha per intervenire è Vanessa (Valentina Romani), una ragazza che può vederlo e sentirlo. Per una diciassettenne non è affatto facile scoprire di essere una medium e accettare l’idea di interagire con un morto. Collaborare con lei sembra un’impresa disperata, ma grazie al suo aiuto Cagliostro avrà occasione di confrontarsi con i rimpianti e gli errori della sua vita.

Tra detection e ghost story, La porta rossa indaga il tema della vita dopo la morte sotto la scorza dura del poliziesco. “È ‘fantasma’ tutto ciò che sta nel passato e che non riusciamo a dimenticare”, ha spiegato Lucarelli. “Sono ‘fantasmi’ anche gli errori commessi, quelli con i quali non abbiamo fatto pace e quelli che invece avremmo preferito commettere. ‘Fantasmi’ sono anche le persone che ci vivono accanto, ma di cui non abbiamo altro che un’immagine fugace e superficiale, quella che decidono di mostrarci o l’unica che siamo interessati a vedere”.

Dal 22 febbraio in prima serata su Rai 2

Non mancheranno i colpi di scena, ovviamente, perché la morte sarà “un’occasione di riflessione e di trasformazione”. Nel cast della fiction, oltre ai tre protagonisti, figurano anche Ettore Bassi (il magistrato Antonio Piras), Antonio Gerardi (il vicequestore Rambelli), Tommaso Ragno (Elvio, il padre di Anna), Gaetano Bruno (l’ispettore Paoletto), Andrea Bosca (il fantasma Jonas), Elena Radonicich e Fausto Sciarappa (i colleghi di Cagliostro, Stella e Lorenzi).

Commenti