Sembra strano, ma la separazione tra fiction e vita quotidiana non è sempre facilmente riconoscibile da alcune fette di pubblico: lo dimostra l’assurda storia del numero di telefono di Rosy Abate, la celebre fiction Mediaset che domenica 12 novembre ha generato un vero e proprio incubo per  un’ignara coppia di Domodossola.

Lo strano caso del numero di telefono di Rosy Abate la fiction

Durante la messa in onda della prima puntata dell’attesissimo spin-off di Squadra Antimafia, gli spettatori hanno assistito una scena in cui un criminale consegna un bigliettino alla protagonista – interpretata da Giulia Michelini – con su scritto il numero di telefono.

Quello che doveva essere solo una finzione scenica, è ben presto sconfinato nella realtà. Il caso ha voluto, infatti, che quel numero appartenesse ad una persona reale, un uomo di Domodossola che, completamente inconsapevole che il suo contatto fosse stato casualmente riproposto in una scena di una fiction (leggi le anticipazioni della seconda puntata), ha cominciato a ricevere chiamate su chiamate.

numero di telefono di Rosy Abate
Rosy Abate

 

Quel numero esiste ed è di mio marito – spiega la moglie del malcapitato a La Stampa, illustrando il loro personale incubo causato dal numero di telefono di Rosy Abate, la fiction – da ieri sera persone sconosciute ci stanno tempestando di telefonate, fino alle 4 di notte e di nuovo stamattina, per chiederci se siamo parenti di Rosy Abate, qualcuno ci dà dei mafiosi e c’è chi ci ha perfino minacciato. All’inizio pensavo che si trattasse di uno scherzo di amici, poi il cellulare non smetteva di suonare e ho capito che era uno spiacevole episodio, che ha preso una brutta piega”.

“Vengo lì e ti ammazzo” scrivono, pensando di parlare con ‘Rosy Abate’

La donna è incita di 8 mesi e si è presa un bello spavento, soprattutto a causa dei toni troppo amari che alcuni hanno utilizzato. Qualcuno è persino degenerato in una minaccia: “Rosy Abate non fai paura a nessuno, vengo lì e ti ammazzo“.

Minacce, offese e parole aggressive, tutte rivolte al personaggio di finzione; e nel frattempo i coniugi di Domodossola si sono visti costretti, dopo ben 13 anni, a cambiare il numero di cellulare. Un altro episodio di corto circuito tra identità reali e fittizie!

Commenti