Amazing Grace, il documentario su Aretha Franklin e il suo celebre disco gospel del 1972, già presentato con successo all’AFI Fest la scorsa settimana, finalmente ora ha anche un trailer. Le registrazioni dell’album che fu capace di vedere due milioni di copie diventa un emozionante omaggio ad una delle voci più strepitose di sempre.

A tre mesi dalla scomparsa, Aretha Franklin rivive nell’opera cinematografica girata da Sydney Pollack durante la registrazione del disco ma rimasta nel cassetto per decenni. Il regista aveva seguito le 48 ore di incisioni all’interno della New Missionary Baptist Church di Los Angeles in un modo del tutto originale.

Aretha Franklin morta 3 mesi fa: arriva il film

Amazing Grace non venne mai presentato al pubblico per due ragioni. Innanzitutto perché la produzione fu funestata da problemi tecnici: il materiale video non combaciava con quello audio. Poi per questioni legali: i diritti delle canzoni di Lady Soul erano stati concessi solo a Pollack, scomparso nel 2008.

Il produttore Alan Elliott, che ha combattuto per realizzare questo restauro digitale, ha ottenuto soltanto l’anno scorso il lasciapassare degli eredi. Chi ne ha memoria ricorda la delusione quando le proiezioni ai festival di Toronto e Telluride vennero bloccate.

Amazing Grace trailer

Amazing Grace film su Aretha Franklin punta all’Oscar

“Amazing Grace è il documentario più importante della musica pop americana che sia mai stato girato”, ha dichiarato Elliott. “In questa pellicola scopriamo come nasce un disco. È assolutamente un’esperienza unica, come non ne ho mai viste prima”.

Anche Sabrina Owens, la nipote della cantante e detentrice dei diritti, è soddisfatta: “Onestamente non so quali fossero le sue preoccupazioni perché, come ho detto, non abbiamo mai discusso davvero di questo. So per certo che adorava questo film”.

Presentato con successo all’AFI Fest di Hollywood, Amazing Grace arriverà entro la fine dell’anno nelle sale statunitensi. Le reazioni entusiaste raccolte, infatti, vogliono il film sicuro di una candidatura agli Oscar 2019.

Commenti