Remi è sicuramente uno dei film più attesi del 2018. L’adattamento del classico per ragazzi di Hector Malot, che vede protagonisti Maleaume Paquin e Daniel Auteuil, avrà il compito di far rivivere la magia dei precedenti cinematografici e dei cartoni animati giapponesi che hanno incantato intere generazioni di spettatori.

Ora, dopo una serie di foto che sono già state capaci di stregare e un primo sguardo al cast, Remi si è finalmente mostrato in un teaser trailer italiano. Il video non delude: in 37 secondi, il regista Antoine Blossier ci riporta all’interno di una delle storie più commoventi e amate di sempre.

Remi, il teaser trailer italiano

Nel primo teaser trailer di Remi, Blossier ha ricreato alcune delle scene più iconiche del romanzo: dai salti del fedele cane Capi, al momento in cui Remi si unisce all’artista ambulante Vitalis. Non mancano, ovviamente, anche un nuovo sguardo alla scimmietta Joli-Couer e alla scena in cui il piccolo protagonista impara a “cantare con il cuore”.

Qualche differenza rispetto all’originale, ovviamente, ci sarà. L’adattamento di Blossier non si limiterà a trasporre fotogramma per fotogramma i suoi predecessori: piuttosto, offrirà qualcosa di nuovo agli spettatori con l’intento di farli innamorare di nuovo (o per la prima volta) della storia. Con un’operazione simile a quella fatta da Nicolas Vanier con Belle & Sebastien.

Remi teaser trailer italiano

Remi, film al cinema a dicembre

Il film continuerà a fare delle musiche uno dei suoi punti di forza. Il celebre Romaric Laurence si è occupato della colonna sonora, che includerà brani magici ed emozionanti.

Nel cast, insieme ai protagonisti Maleaume Paquin e Daniel Auteuil, troveremo anche Virginie Ledoyen (la signora Harper), Jonathan Zaccaï (Jérôme Barberin), Jacques Perrin (Remi da anziano), Ludivine Sagnier (la signora Barberin) ed Albane Masson (Lise). Remi arriverà nei cinema italiani il 7 febbraio 2019, distribuito da 01 Distribution. Che ne pensate di questo primo assaggio? Se volete saperne di più, leggete il nostro approfondimento.

Commenti