Warner Bros. Italia ha lanciato il teaser trailer di Ore 15:17 – Attacco al treno, il nuovo film di Clint Eastwood che racconta la storia vera dell’attentato sul treno Amsterdam-Parigi avvenuto nel 2015. L’episodio accadde nelle prime ore del 21 agosto, quando un uomo di nome Ayoub El Kahzzani attaccò il Thalys n. 9364 diretto in Francia.

Il film ripercorre le vite di Anthony Sadler, Alek Skarlatos e Spencer Stone, i tre amici che riuscirono a sventare l’assalto diventando degli eroi.

teaser trailer di Ore 15:17 - Attacco al treno
Spencer Stone

Dai problemi dell’infanzia alla ricerca del loro posto nel mondo, fino alla serie di eventi sfortunati che hanno preceduto l’attacco, i tre coraggiosi giovani americani sono interpretati dai veri eroi che hanno salvato le vite dei 554 passeggeri. Durante quell’esperienza che li ha messi a dura prova, la loro amicizia non ha mai vacillato, diventando la loro arma più potente.

Colpito dalla loro storia, Eastwood ha deciso di portare al cinema il memoir che i tre hanno scritto, “The 15:17 to Paris: The True Story of a Terrorist, a Train, and Three American Heroes”. Sadler, Skarlatos e Stone hanno recitato al fianco degli attori Jenna Fischer, Judy Greer, Ray Corasani, Paul-Mikél Williams, Bryce Gheisar e William Jennings. Un’operazione simile a quella fatta dal regista per Gran Torino, con un cast di esordienti e pochissimi professionisti.

Online il teaser trailer di Ore 15:17 – Attacco al treno

Questo film è un tributo alle persone comuni”, ha raccontato Eastwood a Entertainment Weekly. “Ho trovato tanti buoni attori che avrebbero potuto fare questo lavoro, ma continuavo a guardare le facce di questi giovani uomini. Li chiamo ‘i ragazzi’. Ho pensato che questi volti fossero unici e che sarebbe stato un esperimento interessante”.

Loro sono stati subito entusiasti della mia idea e così siamo andati avanti: penso che il pubblico sarà sorpreso dal risultato”. Sceneggiato da Dorothy Blyskal, Ore 15:17 – Attacco al treno sarà al cinema dall’8 febbraio 2018, in contemporanea con l’uscita nelle sale statunitensi.

 

Commenti