Antonella Clerici ha accettato la sfida di Portobello con serenità e determinazione. Da sabato 27 ottobre, in prima serata su Rai 1, la conduttrice farà rivivere lo storico programma di Enzo Tortora. Il revival dello show andato in onda su Rai 2 dal 1977 fino al 1983 e poi nel 1987, sarà un mix di divertimento e approfondimento che punterà a non snaturare la formula della trasmissione che rivoluzionò la tv italiana, con il mercatino e il gioco del pappagallo.

Antonella Clerici Prova del cuoco e ora Portobello

Portobello sarà esattamente come la gente se lo ricorda”, ha rivelato Clerici in un’intervista al Secolo XIX. “Io sono molto tradizionalista. Quindi ci sarà tutto. La jazz band, il nuovo Lino Patruno (il musicista e compositore autore della storica sigla di apertura, ndr), il pappagallo, il Big Ben, una scenografia vintage, ma con i mezzi moderni: la cornetta del telefono scomparirà, sostituita da un centralino di oggi, resteranno però tutte le rubriche con il loro nome”.

Antonella Clerici Portobello
Antonella Clerici (foto: Twitter @LorenzoRossi91)

Portobello, trasmissione tra passato e presente

Il mercatino, il momento centrale del programma, sarà rinnovato guardando al passato con un occhio nuovo. “Cercherò di farlo umilmente, come sono io, portando la mia verve e il modo di condurre che sarà femminile, quindi diverso”, ha spiegato la conduttrice. L’avversario, sul fronte ascolti al sabato sera, sarà di quelli durissimi: Maria De Filippi. Clerici, tuttavia, vive con tranquillità questa sfida: “È successo negli anni di aver avuto meno successo”, ha ammesso candidamente. “Ma se anche una cosa va meno bene, non fa niente. Non sono così ossessionata dagli ascolti, o almeno non lo sono più”. Il ritorno di Portobello nel 2018 non è casuale: quest’anno non è soltanto il trentennale della scomparsa di Enzo Tortora, ma anche il novantesimo della nascita. Per l’occasione, le puntate integrali del programma, tratte da tutte le edizioni, sono disponibili in streaming gratuito su RaiPlay.

Commenti