Beppe Fiorello difende Tutto il mondo è paese, il film tv diretto da Giulio Manfredonia e prodotto da Rai Fiction sulla figura di Mimmo Lucano, il sindaco di Riace che ha creato un modello di convivenza tra calabresi e migranti. La fiction era finita nell’occhio del ciclone a causa delle inchieste giudiziarie che hanno interessato il primo cittadino. Lucano è giunto agli onori delle cronache per aver trasformato l’emergenza sbarchi in una risorsa per rivitalizzare il paese dei Bronzi. Con le sue politiche, ha dato ospitalità a più di seimila immigrati che non solo hanno ripopolato la cittadina, ma lì sono rimasti e hanno aperto attività commerciali.

Beppe Fiorello difende Tutto il mondo è paese

Tutto il mondo è paese sarebbe dovuto andare in onda lo scorso febbraio. Rimandato in seguito alle indagini della Prefettura di Reggio Calabria, ci si aspettava di trovarlo tra le fiction inserite nel palinsesto Rai per la prossima stagione. E invece niente. A tal proposito è intervenuto Fiorello. L’attore, sempre in prima linea (lo ha dimostrato quando ha risposto alle critiche del sindaco di Portopalo), ha voluto mettere a tacere le polemiche per la mancata messa in onda del progetto.

Beppe Fiorello difende Tutto il mondo è paese
Beppe Fiorello in un’immagine della fiction Tutto il mondo è paese (foto: Twitter @BeppeFiorello)

Tutto il mondo è paese, Beppe Fiorello per la fiction su Mimmo Lucano

“Voglio rispondere a tutti coloro mi chiedono del tv movie Tutto il mondo è paese”, ha scritto Fiorello su Facebook. “Una storia liberamente ispirata al modello Riace, un modello di integrazione che ha fatto e fa ancora il giro in molte università del mondo. Ad accompagnare questo racconto di modello di integrazione è Domenico Lucano, il sindaco di Riace, un uomo al quarantesimo posto nella classifica stilata da Fortune tra le persone più influenti del pianeta ed è proprio questo particolare che mi fece scattare la voglio di raccontarlo. Molti mi chiedo se e quando andrà in onda: rispondo che certamente andrà in onda ma non abbiamo ancora una data certa. Non nascondo che ci siano state delle polemiche a riguardo e delle discussioni nate dal fatto che il film sarebbe dovuto andare in onda la scorsa stagione e che per motivi vari non è successo. Ciò non mi importa più, la cosa certa è che il film lo vedrete, abbiate pazienza e la prossima stagione vedrete una storia unica e futurista, la storia di un italiano eccellente amato dal mondo e dimenticato dal suo paese, l’Italia”.

Ciao a tutti e grazie per il continuo affetto che mi dimostrate. Scrivo poco ma non per questo non vi ascolto, infatti…

Publiée par Giuseppe Fiorello sur Mardi 3 juillet 2018

Commenti