Che fuori tempo che fa crolla negli ascolti e Fabio Fazio finisce nell’occhio del ciclone. Sotto accusa è la terza puntata del talk passato da Rai 3 a Rai 1. Il programma si è letteralmente schiantato nella seconda serata di lunedì 9 ottobre.

Nonostante il traino della partita della nazionale italiana di calcio contro l’Albania, che ha incollato allo schermo oltre 8 milioni di persone, al termine del match gli spettatori hanno preferito cambiare canale.

Che fuori tempo che fa crolla negli ascolti
Fabio Fazio e Filippa Lagerback a Che tempo che fa (foto: Flavio Lo Scalzo)

Sarà per la noia provocata dalla squadra di Ventura o perché il format non sembra tagliato per l’ammiraglia Rai, sta di fatto che Che fuori tempo che fa è stato demolito dal Grande Fratello Vip. Una scelta strategica quella di Canale 5, che ha approfittato della fine della partita per aspettare il momento più agognato della serata: l’ingresso di Belen Rodriguez nella Casa.

Così, dalle 23:10 alle 00:41, alla trasmissione di Fazio sono rimaste le briciole: 1.197.000 spettatori con il 9.1% di share. La partita era finita alle 22:35 con il 32,69%, Che fuori tempo è partito alle 23:10 dall’8% e non dal 30%, come sottolineano gli analisti dell’OFFicina.

Che fuori tempo che fa crolla negli ascolti

In ogni caso, un risultato disastroso per un programma che ha un costo complessivo di circa 450 mila euro a puntata (senza ricordare il contratto del conduttore). “Quanti introiti pubblicitari porteremo alla Rai? Tanti. Secondo me la polemica finisce qui. Si liberano risorse e il programma viene ripagato dalla pubblicità”, aveva dichiarato Fazio presentando la sua creatura alla stampa.

Gli ascolti deludenti hanno lanciato l’allarme in azienda. Sono a rischio 10 punti di share. Il Codacons ha chiesto alla Rai la risoluzione del contratto di Fazio, e annuncia un nuovo esposto alla Corte dei Conti. Michele Anzaldi, deputato del Pd e segretario della Commissione di Vigilanza Rai, ha chiesto chiarezza. “Fazio costa troppo e non funziona, la sua presenza va rimodulata”, ha dichiarato. “Inaccettabile il crollo degli ascolti dal 30 al 9 per cento. E Crozza fa solo degli spot per se stesso”.

Commenti