È inevitabile: non si può non parlare del compenso di Claudio Baglioni a Sanremo se viene data la notizia che non solo sarà il  direttore artistico, ma anche il presentatore ufficiale. Ricordate tutte le polemiche sul cachet di Carlo Conti per l’edizione 2017?

Si alza il polverone sul compenso di Claudio Baglioni a Sanremo: il cantante pronto ad intervenire

A dare il via ai dibattiti su quanto percepirà il cantautore per il suo doppio ruolo al Festival della musica italiana, è stato Striscia La Notizia: il tg satirico, durante la puntata del 2 ottobre, ha consegnato il suo classico Tapiro d’oro al futuro presentatore e direttore.

Il motivo? Volevano provocarlo, a modo loro, per riuscire ad estorcergli un’informazione importante, ovvero: il compenso di Claudio Baglioni a Sanremo andrà in beneficenza?

La risposta del cantante di ‘Piccolo grande amore’ e ‘Avrai’ è arrivata, in maniera spontanea e sorpresa: “Spesso ho devoluto i miei compensi in beneficenza – ha detto l’artista, seduto in macchina e intercettato da Valerio Staffelli – l’ultima volta in occasione di un concerto di Natale in Vaticano. Non so quale sarà il mio compenso, ma non escludo di poterlo dare in beneficenza“.

compenso di claudio baglioni a sanremo

Il commento del presentatore e direttore artistico del Festival lascia trasparire l’emozione e una certa ‘ansia da prestazione’

Rispetto invece al prestigio del suo ruolo, all’impegno di supervisionare sia l’andamento artistico della kermesse, sia di determinare l’atmosfera, l’umore delle serate, del palco dell’Ariston e del pubblico, Baglioni ha commentato: “Penso che abbiano scelto uno che questo mestiere non lo ha mai fatto e non lo farà mai più proprio per dare un segnale di discontinuità. Io però ci porto la musica, stavolta veramente. Fare il Festival è difficilissimo, nemmeno il Santo stesso sarebbe in grado“.

Nel frattempo, si aprono le scommesse su quale ‘valletta’ o ‘valletto’ lo affiancherà durante le date del Festival di Sanremo 2018

 

Commenti