Due soldati è il nuovo ultimo film di Marco Tullio Giordana. Scritto da Maurizio Braucci, Ludovica Rampoldi e Massimiliano Virgilio, il terzo “capitolo” della trilogia televisiva del regista dopo I cento passi e Lea va in onda dopo essere stato presentato in piazza Grande al Festival di Locarno 2017. Prodotto da Cross Productions con Rai Fiction, il film è una storia d’amore e malavita davvero particolare.

Due soldati film su camorra e amor cortese

La storia è quella di Sasà ed Enzo, due ragazzi di vent’anni che vivono nello stesso paese vicino Napoli, ma non si conoscono.

Sasà lavora per la camorra: fa la scorta ai camion che trasportano la droga. Enzo invece è arruolato nell’esercito e sta in Afghanistan. Stipendio sicuro, buona indennità di missione. Che gli permette di comprare casa e sposarsi con Maria.

Maria ha 17 anni e va ancora a scuola. Preferirebbe che Enzo non corresse rischi e fosse lì con lei: fa male pensare al suo soldato sulle montagne gelide di Herat. Meglio pensare a quando tornerà e troverà la casa pronta, non piena di scatoloni e imballi come ora. Invece Enzo non torna. Muore in missione.

Due soldati film

I funerali di Enzo sono solenni. C’è parecchia gente e si ascoltano tante belle parole, ma intanto Maria è rimasta senza casa perché non c’è più lo stipendio per pagare il mutuo alla banca. Nelle stesse ore, in una sparatoria fra cosche rivali, Sasà viene ferito.

Riesce a scappare, s’infila nel gigantesco formicaio in costruzione, va a nascondersi nel primo appartamento di cui riesce a forzare la porta. La casa di Enzo e Maria.

La ragazza lo trova steso a terra, febbricitante, spaventato. Non sa niente di lui e tutto quel sangue fa paura. L’istinto sarebbe correre dai carabinieri e denunciarlo. Invece Maria gli presta soccorso. Decide di ospitarlo, almeno finché le acque non si saranno calmate. Sarà per entrambi un nuovo inizio.

Due soldati Giordana in una Napoli inedita

“Due soldati – ha spiegato Giordana – è un film sull’Amor cortese e sul bisogno fisiologico dei giovani di credere in qualcosa, di infiammarsi, di progettare un destino. Maria, Sasà, Enzo, esprimono questa fame di amore e di speranza, ognuno a suo modo, ognuno nelle occasioni (pochissime) che trova”.

Il cast è il punto di forza del film: per vederlo in azione, ecco quando va in onda su Rai 2.

Commenti