L’amore fraterno è inossidabile, profondo ed eterno: le parole di Eleonora Pedron sulla sorella morta esprimono bene questo sentimento e commuovono molto per la grande sofferenza che si avverte.

Non molti sanno che Nives Pedron a soli 14 anni è tragicamente scomparsa a causa di un incidente stradale. Era il 1991 quando un camion si scontrò violentemente con l’auto in cui mamma Daniela stava guidando con la figlia al suo fianco. Un impatto che non ha lasciato scampo, un mese di coma e poi la terribile notizia: non c’era più niente da fare.

27 anni dopo il dolore non passa mai, ed è così che la bella miss Italia del 2002 ha deciso di ricordare Nives con un post sui social. Ecco la foto e le parole di Eleonora Pedron sulla sorella morta:

eleonora pedron sulla sorella morta

“Quanto avrei voluto crescere accanto a te. Buon compleanno Nives”, ha scritto la showgirl che due anni fa ha detto addio a Max Biaggi. Una delle sue follower scrive un commento per aggiungere un ricordo molto personale di Nives: “Ho avuto la fortuna di conoscerla. Un mese di superiori assieme. Una ragazza dolcissima, due occhi indimenticabili e buona d’animo“.

I tragici lutti della famiglia Pedron, purtroppo, non sono finiti qui. Per una macabra e terribile coincidenza, anche papà Adriano Pedron – che quella volta guidava proprio con Eleonora al suo fianco – è scomparso nel 2002 a causa di un violento tamponamento lungo la Milano-Venezia. Lei stava tornando da un provino televisivo (ancora prima di vincere Miss Italia) e se la cavò con qualche ferita superficiali. Lui, invece, riportò lesioni molto gravi che in due giorni tolsero ogni speranza di guarigione.

eleonora pedron sulla sorella morta foto

Quando, pochi mesi dopo, la showgirl avrebbe vinto Miss Italia, si sarebbe poi abbandonata ad una sola, composta dichiarazione sul suo dolorosissimo passato: “Ho dei momenti di solitudine che mi ritaglio per pensare a mio padre, a mia sorella. Sono momenti di riflessione che mi aiutano. A volte vado in chiesa, prego, mi fa stare bene. Avverto la loro presenza nella quotidianità. Quando vedevo mia madre soffrire, cercavo di farle capire che ci sono situazioni peggiori della nostra. Lei è una donna forte, molto più forte di me. Ci diamo forza a vicenda. Devo vivere senza capire perché mi è successo questo, non ho alternative. Vado avanti sorridendo e godendomi ogni attimo, senza nascondere i miei sentimenti. Se voglio dire ‘ti voglio bene’ a una persona, glielo dico.”

Commenti