Non sarà facile raccogliere questo testimone, di questo ne sono certi tutti, e le dichiarazioni di Flavio Insinna sull’Eredità di Frizzi (in tutti i sensi) lo confermano a pieno titolo.

Le dichiarazioni di Flavio Insinna sull’Eredità di Fabrizio Frizzi ed il suo nuovo ruolo tv

In occasione della conferma ufficiale del suo nuovo incarico TV (c’è chi ha insinuato perfino che voleva soffiare il posto al presentatore scomparso da tempo) il presentatore più chiacchierato della scorsa stagione televisiva ha voluto dire la sua:

“Questa è una giornata complicatissima – ha raccontato, in coda alla conferenza stampa che ha annunciato i palinsesti Rai 2018-2019 – “perché c’è il piacere di stare qui ai palinsesti ma non c’è Fabrizio. Allora il titolo di questo programma l’Eredità diventa proprio provare a prendere sulle proprie spalle l’eredità in senso vero cioè Fabrizio non c’è più. Per fortuna c’è Carlo con la sua squadra che in questi giorni mi stanno vicini. Però stavolta non sarà una semplice avventura televisiva. Una persona così straordinaria non è sostituibile, rimane un vuoto, sarà la nello studio con noi.”

insinna sull'eredità di frizzi

Il racconto, via via, diventa più sentito e più personale, e si conclude così: “Lui nella mia vita c’è sempre stato un uomo con cui potevi parlare, non ti giudicava, un uomo così buono ma così sottile e raffinato nelle sue riflessioni ma senza un giudizio, una condanna. La vera partita sarà farlo sorridere, se io riuscissi a non deluderlo allora ne sarà valsa la pena”.

Il presentatore è stato criticato come ‘sostituto’ di Frizzi, in primis da Antonio Ricci, ma anche da molti spettatori: la sua reazione

Dopo questa dichiarazione di Insinna sull’Eredità di Frizzi arrivano, naturalmente, domande sulle critiche che sta ricevendo – tra cui quelle di Antonio Ricci: “In questo momento il mio pensiero è a Fabrizio, all’Eredità, all’eredità da provare a raccogliere. Non c’ho proprio voglia“.

 

Commenti