Il flop di Dalida; l’attesa pellicola andata in onda ieri sera su Rai 1 non ha convinto il grande pubblico, che ha criticato aspramente via social network il film sulla vita della cantante italo francese diretto da Lisa Azuelos. La pellicola che ha come protagonista l’attrice emergente Sveva Alviti (leggi la sua intervista) nei panni dell’affascinante cantante scomparsa 30 anni fa a 54 anni, era stato ampiamente sponsorizzato prima in Francia e poi in Italia, arrivando anche sul palco dell’Ariston.

Tuttavia gli spettatori che ieri si sono sintonizzati su Rai Uno non hanno trovato l’atteso capolavoro di cui si parlava, esprimendo la loro delusione via social. Nel biopic appaiono anche Riccardo Scamarcio che interpreta il fratello di Dalida, Orlando, e Alessandro Borghi, nei panni di Luigi Tenco, uno dei grandi amori della cantante.

Il flop di Dalida: sceneggiatura approssimativa e doppiaggio inesistente

Il flop di Dalida è stato causato innanzitutto da alcune grosse lacune, dalla sceneggiatura giudicata approssimativa e superficiale, oltre alla recitazione che secondo alcuni internauti non sarebbe «pervenuta», come anche il doppiaggio, considerato pessimo.

Nonostante le numerose critiche in molti si sono sintonizzati su Rai Uno per far rivivere il mito di Dalida; in tutto 3,7 milioni di utenti per uno share del 15,18 per cento.

Commenti