Franca Leosini risponde a Bruzzone dopo le accuse di imprecisioni ed errori che la criminologa ha rivolto alla conduttrice di Storie Maledette. Il merito del contendere è il giallo di Avetrana, affrontato dalla giornalista televisiva nella sua trasmissione su Rai 3 con la doppia intervista a Sabrina Misseri e Cosima Serrano. La profiler ha criticato la versione narrata da Leosini, rea di aver fornito una ricostruzione di parte, figlia di omissioni e della consulenza di Franco Coppi, avvocato cassazionista che si è sempre scagliato contro l’ergastolo a Misseri.

Franca Leosini risponde a Bruzzone così

“Il racconto reso non assomiglia a quello reale”, ha scritto sui social Bruzzone criticando Franca Leosini. “Mai affidarsi ad una sola parte per ricostruire vicende così complesse e delicate. Il rischio di mettere in scena un teatrino grottesco è sempre molto elevato”. Oggi la conduttrice di Storie Maledette ha replicato in prima persona a queste accuse.

Intervistata durante il programma radiofonico Circo Massimo di Radio Capital, la giornalista ha dichiarato: “Io non entro mai nel merito delle scelte lessicali della dottoressa Bruzzone e neanche nel merito dei programmi televisivi a cui sceglie di partecipare. Ognuno ha il suo lessico: io sono napoletana e un narratore napoletano ha nel DNA squarci di ironia che chi è nato al Nord probabilmente non possiede”.

Franca Leosini risponde a Bruzzone
Leosini risponde a Bruzzone

Franca Leosini: Storie Maledette fa discutere

“Ho detto ed ho ripetuto che la dottoressa Bruzzone ha sporto querela contro Michele Misseri, che si è in attesa di sentenza ed esprimo rispetto”, ha poi aggiunto. “Per carità. Io non potevo di certo ricapitolare ogni singolo dettaglio del processo. Io seguo l’asse portante. Per quanto riguarda le imprecisioni, rispetto il pensiero e la sapienza di Roberta Bruzzone”. Una replica pacata e sincera, alla quale Leosini ha fatto seguire un post d’affetto per i tantissimi fan che l’hanno seguita (e osannata) in tv e sui social.

Commenti