L’intervista a Paddy Jones è un distillato di saggezza e caparbietà. Parte del duo Paddy & Nico (il suo compagno di danza e maestro si chiama Nico Espinosa), la ballerina 83enne, divenuta famosa grazie a Tù sì que vales e Britain’s Got Talent, ha stregato Sanremo 2018.

La vecchia che balla per Lo Stato Sociale si esibisce sul palco dell’Ariston con naturalezza e disinvoltura. Quando il gruppo bolognese, in gara con Una vita in vacanza, intona “Una vecchia che balla / Niente nuovo che avanza”, entra in scena lei: Paddy.

Intervista a Paddy Jones
Paddy Jones a Sanremo con Nico

Nata a Stourbridge nelle West Midlands inglesi nel 1934, Jones ha raccontato di aver iniziato a fare danza acrobatica solo a 69 anni. “Da ragazzina ballavo ma a 22 anni mi sono sposata e ho seguito i miei figli. Poi mio marito è andato in pensione e noi ci siamo trasferiti a Gandia, in Spagna”. Era il 2001 e il marito David è morto poco dopo di leucemia. Sono passati due anni e lei è ritornata “alla passione che avevo da ragazzina”.

Il suo segreto è nell’alimentazione: la mattina mangia latte e cereali ma anche tanta cioccolata. Per il resto “non mi alleno tanto” confessa, “talvolta solo un’ora al giorno”. La sua forza è la caparbietà e la capacità di superare i nostri limiti mentali.

Intervista a Paddy Jones, la “vecchia che balla”

Lo Stato Sociale la vorrebbe in tour con loro. Dal 12 febbraio la band sarà in giro per l’Italia a promuovere il disco Primati. “Potrebbe essere interessante”, dice serafica Paddy. Arrivata alla soglia degli 84 anni, la ballerina acrobatica lascia il pubblico senza parole anche quando guarda al suo futuro. “Sogno di vivere la mia vita e soprattutto di ballare. E vorrei ispirare le persone della mia età a curarsi meglio ed allenarsi: siamo vecchi ma non abbastanza per essere inutili”. L’esibizione di giovedì 8 febbraio è disponibile su RaiPlay.

Commenti