Ora che sono andati in onda i primi episodi de  l’Amica Geniale in tv, sono in tanti a voler approfondire la storia di Ludovica Nasti, la giovanissima, bellissima e bravissima interprete della piccola Lila. Partenopea, 12 anni, aveva già avuto qualche esperienza da modella, ma mai di recitazione: “Prima del film – ha raccontato – volevo fare la calciatrice o la ballerina hip hop”. Dietro il suo sguardo intenso e luminoso, tuttavia, si nasconde una lotta che ha caratterizzato la sua vita privata: quella alla leucemia.

La storia di Ludovica Nasti, l’interprete di Lila Cerullo ne L’Amica Geniale

Non molti sanno, infatti, che dall’età di 5 anni (fino ai 10), il volto della serie-evento ispirata ai romanzi di Elena Ferrante ha dovuto combattere con tutta la sua forza. A raccontarlo è stata la madre in un’intervista a “Oggi”: «Abbiamo sofferto e avuto paura, ma è stata proprio lei a darci coraggio: in ospedale era diventata la mascotte del reparto. Mia figlia ha affrontato anche gli esami dolorosi come una guerriera, per questo non abbiamo più paura di nulla. Siamo grati alla vita anche solo di aprire gli occhi ogni mattina, tutto il resto si risolverà ».

Ricordando quel periodo, la giovane attrice ha commentato la sua reazione davanti alle “esigenze di copione”: «Mi sono arrabbiata quando ho dovuto tagliare i capelli perché sono stata calva per tanto tempo e finalmente avevo i capelli lunghi».

l'amica geniale in tv

Il coraggio della giovanissima attrice, l’orgoglio della madre: “Ludovica mi ha insegnato tanto”

Nella storia di Ludovica Nasti, tuttavia – quella narrata da mamma Stefania – c’è una parola diversa per parlare della malattia: «Non ho mai menzionato la parola leucemia, l’ho sempre chiamata percorso. Mia figlia mi ha insegnato tanto». Un’attitudine forte e fiera proprio come il suo personaggio ne L’Amica Geniale, che ha esordito ottimamente a giudicare dagli ascolti tv di martedì 27 novembre.

Commenti