Livia Azzariti è stata una delle conduttrici più amate dal pubblico televisivo. Romana, classe 1954, laureata in Medicina, nel 1985 ha iniziato a collaborare con la redazione Rai grazie a Luciano Rispoli per i programmi medici, curando poi la trasmissione Colloqui sulla prevenzione.

Nel 1987 viene chiamata a sostituire Elisabetta Gardini ad Unomattina. Accanto a Piero Badaloni, Puccio Corona e Luca Giurato, è stata il volto femminile della trasmissione per 10 stagioni consecutive.

Livia Azzariti
Livia Azzariti oggi (foto: Giacomo Prestigiacomo)

Medico apprezzato e bravissima giornalista, Azzariti è stata anche autrice e conduttrice di Check Up dal 1998 al 2002. “Non ho mai smesso di fare il medico”, aveva confessato quando ancora puntava la sveglia per il contenitore di Rai 1. “Due pomeriggi a settimana, anche durante il periodo di Unomattina”.

Nel 2013 ha tentato l’avventura politica, candidandosi alle regionali nel Lazio nella lista civica guidata da Nicola Zingaretti. Nonostante i 1.575 voti raccolti, non è stata eletta ed è stata l’occasione giusta per dare una svolta alla sua vita.

Livia Azzariti, ecco cosa fa oggi

Oggi Livia si dedica anima e corpo a Operation Smile Italia, organizzazione no-profit che dal 1982 presta cure a migliaia di bambini nati con gravi malformazioni al volto. L’obiettivo è collaborare con le istituzioni e il personale medico di vari Paesi per favorire lo sviluppo di un sistema sanitario autosufficiente a vantaggio dell’intera comunità.

L’ultima operazione in cui è stata coinvolta è Swim for Smile. Organizzata da Rete del Dono, si tratta di una vera e propria sfida a scopo benefico: attraversare lo stretto di Messina a nuoto per parlare dell’importanza di una chirurgia sicura, tempestiva ed efficace nel trattamento e la cura delle malformazioni al volto, in particolare della labiopalatoschisi. I fondi raccolti sono stati donati in sostegno del progetto Smile House Roma, il Centro multi-specialistico per il trattamento e la cura dei pazienti con malformazioni congenite cranio-maxillo-facciali istituito presso l’Ospedale San Filippo Neri.

Commenti