Lopez e Solenghi ricordano Anna Marchesini a poco più di un anno dalla sua scomparsa. L’attrice è morta il 30 luglio 2016 per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute a causa di artrite reumatoide. Aveva 62 anni e pochi giorni prima aveva presenziato alla laurea della figlia. Con il Trio aveva condiviso gioie, successi ed emozioni dal 1983 al 1994. Prima dell’ultima reunion del 2008 per festeggiare i 25 anni del gruppo.

Nel corso della puntata di Che tempo che fa andata in onda domenica 12 novembre su Rai 1, Massimo e Tullio hanno raccontato una serie di teneri e commoventi aneddoti.

Lopez e Solenghi ricordano Anna Marchesini
Solenghi e Lopez

Una sera a teatro sentivo i due in scena ridere tanto”, ha rivelato Solenghi a Fabio Fazio. “Entro anche io e Anna, che aveva la sua mimica straordinaria – quando c’era qualcosa di imbarazzante faceva una sorta di urlo di Munch – quella sera mi guardò, fece l’urlo e mi indicò la platea gremita del Sistina dove in quinta fila c’erano cinque indiani con il turbante e le cuffie del traduttore”.

Ad ogni nostra battuta c’era la risata del pubblico e successivamente il traduttore traduceva agli indiani per cui mentre iniziavamo la battuta successiva c’era la risata dei cinque indianini sotto. Non riuscivamo ad arrivare alla fine per le risate”.

Lopez e Solenghi ricordano Anna Marchesini

I due ora sono ancora insieme a teatro in Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show, uno spettacolo fatto di musiche, parodie, imitazioni, sketch e improvvisazioni. Attori, showman, comici, imitatori, artisti poliedrici e versatili, Massimo e Tullio hanno ricordato l’indimenticabile Anna tra sorrisi ed emozione.

Voglio dire solo una cosa”, ha spiegato Solenghi. “Noi facciamo questo spettacolo in due la sera, ma lo dico senza retorica, ogni sera crediamo e siamo convinti di portare in scena anche un po’ di Anna. Dodici anni passati insieme come li abbiamo passati noi hanno inevitabilmente scolpito un po’ della mente e del cuore di ognuno di noi negli altri due, per cui facciamo ancora uno spettacolo a Trio”. L’intervista è disponibile su RaiPlay.

Commenti