Martin Castrogiovanni racconta il cancro e commuove il pubblico di Rai1. L’ex rugbista, in pista come concorrente a Ballando con le Stelle, ha confessato che la sfida più importante che ha affrontato nella sua vita da atleta è stata quella contro il neurinoma, una forma di tumore che agisce sul nervo cranico. Un male che i medici scambiarono per maligno, dandogli appena sei mesi di vita.

Martin Castrogiovanni racconta il cancro
Martin Castrogiovanni (foto: L’Équipe)

Se non mi fossi fermato, probabilmente oggi non potrei muovere il piede”, ha rivelato l’italo-argentino, che in quel periodo (era l’ottobre del 2015) fu così costretto ad abbandonare i mondiali di rugby, gli ultimi ai quali si era ripromesso di partecipare. Fortunatamente quella prima diagnosi si rivelò sbagliata: il tumore era benigno e per rimuoverlo non c’era stato nemmeno bisogno di tagliare il nervo colpito. Doveva comunque essere asportato con una delicata operazione chirurgica.

Martin Castrogiovanni racconta il cancro: le sue parole

Nella testa ti passa tutta la vita davanti”, ha confessato Martin, che è tornato sull’argomento proprio durante le prove dello show condotto da Milly Carlucci. La sua compagna di talent, la ballerina Sara Di Vaira, gli aveva infatti proposto di ballare a petto nudo, ma lui ha rifiutato. Il motivo? Non voleva che qualcuno pensasse che avesse voglia dare spettacolo con la sua cicatrice.

Dopo la risonanza magnetica erano tutti bianchi in faccia. Nessuno aveva il coraggio di dirmi niente”, ha detto Castrogiovanni nel video. “In ospedale non ho voluto né mia sorella né mia madre: ha una certa età, farla venire dall’Argentina per vedermi sdraiato in un letto non aveva senso. Inutile dire che non ti prende la paura e che non ti passano pensieri per la testa: perché non è così, ma queste cose vanno affrontate”.

Dal rugby a Ballando con la forza del sorriso

Provo ad affrontare la vita con grinta, la stessa che ho sempre messo sui campi da rugby, ma anche con un po’ di leggerezza. I veri problemi non sono i miei, ma sono quelli dei ragazzi che davvero lottano ogni giorno per la vita”, ha aggiunto, riferendosi ai piccoli affetti da tumore che ha conosciuto in ospedale e che aiuta con sessioni di clownterapia. Forse non vincerà Ballando, ma la sua lezione resta un esempio: “La vita va sempre vissuta con un sorriso, perché sorridere aiuta, trasmette tante cose, gioia, forza. E soprattutto non sai mai quello che ti potrebbe accadere domani: bisogna vivere ogni giorno come fosse l’ultimo”.

Commenti