Massimiliano Ossini presenta Unomattina Estate 2018 al fianco di Valentina Bisti. Come reso noto da TvBlog, sarà il conduttore di programmi su natura e ambiente, attualmente al timone di Mezzogiorno in famiglia con Adriana Volpe e Linea bianca, a sostituire Tiberio Timperi. Si prospetta un compito difficile per Ossini: la scorsa stagione, la coppia Bisti-Timperi, subentrata a Franco Di Mare e Francesca Fialdini nell’edizione estiva dello storico programma del mattino di Rai 1, ha portato lo share al 20% ed in alcuni casi ha addirittura superato la fatidica soglia-premio dell’Auditel.

Massimiliano Ossini presenta Unomattina Estate 2018

Timperi è stato anche protagonista di episodi discussi, come quando ha lasciato lo studio in aperta polemica con Vincenzo Ferrandino, il sindaco di Ischia. Il giornalista aveva dimostrato di sapersi completare con la collega in nome di professionismo, dedizione e ironia. Dopo una stagione impegnativa a Unomattina in famiglia con Ingrid Muccitelli, Timperi è stato messo a riposo e la versione “vacanziera” di Unomattina affidata a Ossini. Muccitelli, invece, condurrà con Gianluca Semprini la versione estiva di La vita in diretta.

Massimiliano Ossini presenta Unomattina Estate 2018
L’atletico Massimiliano Ossini (foto: Instagram)

Massimiliano Ossini: Linea bianca è il passato

Per Ossini è quasi un ritorno alla guida di un programma del mattino estivo. Nel 2009, infatti, aveva condotto Sabato & domenica Estate insieme a Georgia Luzi e Antonella Delprino, sempre su Rai 1. Le perplessità legate al suo nome sono piuttosto legate alla sua esperienza in format diversi, dedicati alla montagna, alla gastronomia, alla cultura e alle attività sportive. Sarà curioso scoprire se conserverà la stessa forma che mostra su Instagram in uno dei programmi di punta dell’infotainment mattutino. Unomattina Estate 2018 partirà dai primi di giugno, tutte le mattine fino a settembre su Rai 1. A quel punto ci sarà l’ennesimo cambio e torneranno dalle vacanze i padroni di casa Franco Di Mare e Benedetta Rinaldi.

Commenti