Milo Infante torna in Rai dopo la causa vinta in tribunale contro il servizio pubblico. Il volto di programmi come L’Italia sul 2, Insieme sul Due e Pomeriggio sul 2 sarà nuovamente sul piccolo schermo in autunno. Come rivelato da TvBlog, il giornalista tornerà a condurre una trasmissione nel weekend. L’ufficialità dovrebbe arrivare il 27 giugno, quando verranno presentati i palinsesti della stagione 2018-2019. Per il conduttore si tratterebbe della fine di un’autentica odissea, iniziata nel 2012 e conclusa con una sentenza che ha gli ha dato pienamente ragione.

Milo Infante torna in Rai

Infante aveva intentato una causa contro i vertici della Rai. L’allora direttore di Rai 2, Pasquale D’Alessandro, e direttore generale, Lorenza Lei, avevano ridotto il suo ruolo nel programma pomeridiano. Un ridimensionamento dovuto a un suo rifiuto politico. Il giornalista tv era stato allontanato perché contrario alle liste di “proscrizione” stilate dai dirigenti di viale Mazzini. Le divergenze erano soprattutto sugli ospiti da coinvolgere: Roberto Milano, allora vice-direttore di Rai 2, aveva messo a punto una vera e propria blacklist di giornalisti, opinionisti e vip sgraditi (da Don Mazzi a Marco Travaglio) che non era possibile invitare in trasmissione.

Milo Infante torna in Rai
Milo Infante (foto: Facebook @milo.infante)

Milo Infante oggi: vinta la causa, rientra in Rai

Il mobbing ai suoi danni è iniziato nella stagione televisiva 2011-2012 (quando gli vennero tolte le inchieste, affidate a Lorena Bianchetti, e venne passato alla parte gossip e cucina di L’Italia sul 2) ed è culminato nell’esclusione totale dall’edizione 2012-2013 della trasmissione. La Corte d’Appello del Tribunale di Milano ha dato ragione a Infante, chiedendo che il conduttore sia reintegrato “in mansioni compatibili con la sua professionalità”. In attesa di rivedere il suo nome nei palinsesti Rai 2018/19, Milo Infante ha proseguito su Facebook a informare fan e spettatori su ciò che succede nella sua vita e nel Paese.

Commenti