Morgan si candida in Sicilia con Sgarbi: a sorpresa, il cantautore ex coach di Amici è pronto a scendere in campo. Marco Castoldi, genio ribelle sempre pronto alla stoccata che sia per De Filippi o la Rai e Fabio Fazio, ha partecipato alla conferenza stampa del movimento Rinascimento. Sarà proprio lui il primo assessore designato in caso di vittoria della lista, sostenuta dai “Moderati in Rivoluzione” dell’imprenditore Giampiero Samorì.

Morgan si candida in Sicilia con Sgarbi
Morgan

La Sicilia è terra in senso materno da cui nascere e rinascere”, ha detto il cantante nel corso della presentazione del progetto. “Dobbiamo pensare alla Sicilia come la patria dello stato dell’arte per eccellenza. In quest’era dell’immagine vorrei che venga sfruttata l’immagine di questa Regione meravigliosa. La Sicilia è la culla della cultura. In un Paese che è il più colto del mondo gli unici a non saperlo siamo noi. È una regione piena di talenti, di artisti. Dobbiamo ricominciare a far rivivere i teatri con una programmazione innovativa. Quindi, valorizzare i luoghi, incentivare gli eventi in ogni angolo dell’isola. Tutto ciò attirerà turisti e porterà denaro”.

Oggi in Italia non esistono organi che si occupano dell’etica dell’uso della macchina digitale”, ha aggiunto Castoldi. “Serve un nuovo umanesimo per usarla a nostro favore. Se fossi assessore, io farei un assessorato alle politiche digitali con particolare attenzione ai progetti digitali e ai giovani”.

Sorpresa: Morgan si candida in Sicilia con Sgarbi

Sgarbi piace a tutti, la sua iniziativa politica è innovativa e intelligente”, ha poi specificato Morgan al Corriere della Sera. “Ecco, Vittorio deve essere appoggiato in questo suo progetto e mi sta chiedendo di cominciare dalla Sicilia”. L’ex Bluvertigo e giudice di X-Factor non è il solo personaggio famoso che il critico d’arte e opinionista tv vuole in un’eventuale amministrazione.

Morgan è pieno di entusiasmo. Piero Chiambretti, che ha fatto il postino, sarà assessore al traffico”, ha rivelato Sgarbi. “Io voglio rimettere in piedi il tempio G di Selinunte, così la Sicilia ha qualcosa in più. Se divento presidente lo faccio”. In lista ci saranno anche l’ex poliziotto del Sisde Bruno Contrada e l’ex Generale dell’Arma dei Carabinieri Mario Mori.

Commenti