Tv italiana in lutto: è morto Daniele Piombi, uno dei volti più famosi della nostra televisione. Nato a San Pietro in Casale, in provincia di Bologna, avrebbe compiuto 84 anni a luglio. Simbolo di garbo, educazione ed eleganza, con lui se ne va un pezzo di storia dello spettacolo. Piombi aveva inventato i celebri Oscar della tv, equivalente televisivo dei David. Era inoltre legato a popolari manifestazioni canore come il Cantagiro e Un disco per l’estate.

morto Daniele Piombi
Daniele Piombi

L’annuncio della sua scomparsa è arrivato dalla sua pagina Facebook ufficiale. Figlio di un istruttore del Ministero della pubblica istruzione e di una professoressa, il conduttore aveva iniziato la carriera durante gli anni dell’università. Fu un impresario modenese ad offrirgli di presentare una tournée di sei cantanti in gara al Festival di Sanremo 1956. In quell’occasione fu notato dall’impresario Gian Stellari, che lo invitò a fare un provino in Rai. Da Torino si trasferì poi a Milano, dove esordì ad appena 22 anni con la trasmissione Viaggiare.

Tv in lutto: è morto Daniele Piombi

Il suo nome è legato soprattutto a kermesse come il Cantagiro, Un disco per l’estate, il Festival di Napoli e Piccola ribalta. A Sanremo ci arrivò soltanto negli anni Ottanta. Era lui a curare i collegamenti dal Casinò nelle edizioni del 1980, 1982 e 1983. Nel segno della sua auto-ironia, partecipò anche ai Promessi sposi del Trio Marchesini Solenghi Lopez.

Recentemente era apparso su Rai International, dove aveva realizzato dieci puntate sul “Made in Italy”. Un appuntamento fisso dedicato a stilisti e pelletterie italiane eccellenze nel mondo. Nello stesso periodo, aveva diretto anche il documentario L’itinerario di Colombo nella Repubblica Dominicana, venduto in tutto il mondo. A partire dagli anni Duemila, la sua attività televisiva si era concentrata esclusivamente sugli Oscar della tv, che ha continuato a condurre annualmente. Piombi lascia la moglie Mirella, conosciuta nel 1967 e sposata nel 1980.

Commenti