Perché Virginia Raffaele non imita Maria Elena Boschi sono in tanti a chiederselo. L’attrice ed imitatrice ha esordito su Rai 2 con Facciamo che io ero, il suo primo one woman show. I numeri sono stati buoni, il pubblico ha apprezzato. Ma c’è chi ha fatto notare l’assenza della Sottosegretaria di Stato tra i suoi numerosi personaggi. Pietrangelo Buttafuoco, sul Foglio, ha tirato in ballo la censura Rai.

Virginia Raffaele non imita Maria Elena Boschi
Virginia Raffaele versione Maria Elena Boschi a Ballarò

La diretta interessata ha glissato. “No, Maria Elena Boschi non c’è”, ha detto (imitandola) a Leonardo.it. “Concretamente non c’è, ha da fare…”, ha aggiunto, alludendo al caso scoppiato dopo le affermazioni di Ferruccio De Bortoli contenute nel suo nuovo libro “Poteri forti”. Nel 2014 Raffaele ha dovuto affrontare non poche polemiche dopo l’imitazione dell’allora ministra per le Riforme istituzionali a Ballarò. Quando ci sono le domande scottanti, nella versione di Virginia, la ex titolare delle riforme si trasformava da maestrina in sirena ammaliatrice con l’indimenticabile colonna sonora di Un uomo e una donna in sottofondo.

Perché Virginia Raffaele non imita Maria Elena Boschi

Laura Boldrini, ospite di In Mezzora, aveva fatto intendere che lo sketch non era stato affatto digerito. “Mi è dispiaciuto vedere la satira della Boschi” – aveva detto – “Ci sono tanti modi per fare satira, ma quando si cede al sessismo diventa altro e l’apprezzo di meno”. Michele Anzaldi, deputato democratico renziano membro della commissione di vigilanza Rai, era andato ancora oltre. Aveva scritto una lettera alla presidente Tarantola.

Gentile Presidente” – chiedeva Anzaldi – “mi permetto di chiederle se condivide l’imitazione di Maria Elena Boschi a Ballarò e se ritiene opportuno che un ministro giovane, che finora ha dimostrato preparazione e capacità, sia ritratta come una scaltra ammaliatrice che conta solo sul suo essere affascinante. È questa l’immagine che il servizio pubblico della Rai, e Rai 3 in particolare, vuole dare alla vigilia dell’otto marzo?”.

Un primo taglio l’imitatrice lo aveva fatto al Festival di Sanremo. “La Boschi mi fa divertire”, aveva detto al Messaggero. “Ma avevo bisogno di giustificare la co-conduzione. La Ferilli e Belen andavano bene, un ministro un po’ meno. Mi è piaciuto molto fare la Fracci”. “Virginia Raffaele è una imitatrice straordinaria. A me piace molto. Sull’imitazione di Ballarò ho riso sopra. #bastapolemiche”, il segnale distensivo giunto su Twitter da Boschi. Stavolta Virginia ha preferito non ricascarci. O non infierire, visti i tempi. Ma c’è ancora tempo per rimediare nelle prossime tre puntate.

Commenti