Ci siamo, il potenziale cast dei big di Sanremo 2018 è stato annunciato, i primi gossip già volano (vedi, ad esempio, le voci su Irama e Giulia De Lellis), resta da affrontare l’ultimo aspetto nuovo del momento: la coppia formata da Pippo Baudo e Rovazzi. Che ci fanno insieme?

Pippo Baudo e Rovazzi a Sanremo 2018: ecco cosa faranno insieme

pippo baudo e rovazzi

È stato il direttore artistico in persona a selezionare il volto raggiante di Pippo Baudo e Rovazzi per la copertina di “Tv Sorrisi e Canzoni”. Il celebre settimanale italiano, come da tradizione, è il primo ad annunciare le prime notizie ufficiali della kermesse musicale più attesa del nuovo anno.

La scelta di Claudio Baglioni di puntare su questo inedito è stata così motivata nell’intervista: “Sono due fenomeni sociali: un veterano giovane e un giovane veterano. Rappresentano la perfetta fusione fra tradizione e innovazione“. Per il cantante (quest’anno al suo secondo mandato come direzione artistica) è molto importante puntare sui giovani: “Ho iniziato la mia carriera artistica che ero ancora minorenne e quindi so cosa significa essere giovani in questo ambiente. Per questo ho deciso di dedicare loro un vero Sanremo che porterà due dei partecipanti a gareggiare ad armi pari coi Big“.

La ‘strana coppia’, infatti, avrà la responsabilità di condurre Sanremo Giovani. Baudo sembra già a suo agio con il suo co-conduttore: “Non conoscevo personalmente Rovazzi, anche se i miei nipoti me ne hanno parlato molto, ma ci conosceremo bene direttamente sul palco. E’ molto più divertente improvvisando. La cosa interessante è che le sue canzoni sono dei piccoli musical. In uno c’è anche una mia foto (“Faccio quello che voglio”), quindi era destino che ci incontrassimo“.

La dichiarazione di Rovazzi sul suo co-conduttore

Il giovane cantante e videoartist, ex pupillo della scuderia di Fedez, dovrà però vedersela con una pietra miliare della tv italiana in generale, e di Sanremo in particolare. Ecco come la sta affrontando: “So che è molto aggressivo, nel senso che si prende il 99 per cento del palco e la cosa mi spaventa. Però penso che riuscirò a collaborarci“. Va anche ricordato che la sua sarà la primissima esperienza come presentatore: un battesimo di fuoco! “Confesso che non ho mai seguito tantissimo il Festival, non accendo la tv da sei anni. Ma fra tre mesi potrò dire di aver condotto con Baudo, è un trofeo che mi porto a casa“.

Commenti