Hanno destato scalpore le rivelazioni di Ric e Gian sul loro passato. Insieme dalla fine degli anni ’50, il duo comico divenne famoso grazie allo sketch dello spogliarello, che attirò l’attenzione di Angelo Rizzoli, editore e produttore cinematografico, il quale li fece esordire nel 1966 nel film Ischia operazione amore. Da allora furono programmi e apparizioni rimaste nella memoria del pubblico, fino all’interruzione del loro sodalizio professionale nel 1987 e alla morte di Gian Fabio Bosco nel 2010.

rivelazioni di Ric e Gian
Ric e Gian con Milly Carlucci e Massimo Boldi in ‘Risatissima’ in onda su Canale 5 nel 1984 (foto: Ansa)

Riccardo Miniggio, classe 1935, ha raccontato una serie di aneddoti del passato in una lunga intervista concessa a ‘Libero’. Oggi che ha 80 anni vive a Busto Arsizio, ama giocare a biliardo (fino a qualche anno fa partecipava persino a tornei agonistici), ha due figli nati dal primo matrimonio, è nonno e bisnonno ed è felicemente sposato con Gòdana, la moglie croata di 56 anni.

Le rivelazioni di Ric e Gian

Ma la mente torna costantemente al passato, alla coppia con Gian che li ha tenuti insieme nel mondo dello spettacolo per 20 anni. Ma non furono tutte rose e fiori, anzi. “Per dodici anni non ci siamo parlati, mi aveva fatto cose brutte, forse condizionato dalla famiglia”, ha rivelato Ric. “Poi ci siamo rimessi insieme nel 2002 per lavorare a teatro e abbiamo fatto il tutto esaurito, ma i rapporti non erano più quelli di prima”.

Mi manca professionalmente”, ha aggiunto Miniggio. “Il nostro era un marchio e lui è stato una parte della mia vita. Ma come persona non mi manca. Siamo sempre stati molto diversi: io nottambulo e lui mattiniero, io espansivo e lui chiuso. Per comunicarmi la frattura, ai tempi, mi lasciò un biglietto con scritto: ‘Qui finisce il nostro rapporto professionale’. E sparì”.

Il racconto di Riccardo Miniggio

Un carattere non facile quello di Ric. “Tutti i soldi che ho guadagnato me li sono mangiati con le donne: alla mia prima moglie ho lasciato una villa da un miliardo pur di ottenere la separazione. Sapendo che comunque alla fine arriverà ai nipoti”, ha dichiarato. E oggi? “Se non hai raccomandazioni non lavori più. Cosa faccio per non andare in paranoia? Vado a letto alle 5 di mattina e mi sveglio a mezzogiorno. In tv guardo documentari e trasmissioni di cucina”.

Commenti