In attesa dell’Eurovision – previsto per il 14 maggio 2019 – vengono fuori gli ultimi retroscena della chiacchieratissima vittoria del Festival: avete mai letto il vero sms di Salvini a Mahmood, inviato dopo il suo tweet in cui diceva di preferire Ultimo?

Le parole di Salvini a Mamhood quando, in privato, ha deciso di mandargli un messaggio

Il cantante – all’anagrafe Alessandro Mahmoud, madre italiana e padre egiziano, nato e cresciuto a Milano – ha voluto raccontare cos’è successo la sera della finale della kermesse musicale. Un momento magico che lo ha visto primeggiare sui 24 cantanti in gara, un risultato straordinario voluto dalla giuria di qualità e dalla sala stampa, che lo ha lasciato stupito sul palco.

Il Ministro Degli Interni non si era mostrato particolarmente d’accordo con la scelta:

SALVINI A MAHMOOD

Dopodiché – come ha raccontato a La Stampa – c’è stato un primo contatto di Salvini a Mahmood: “Mi sono fatto dare il suo numero di telefono e l’ho chiamato. È un ragazzo di vent’anni, comincia adesso, mi sono informato sul suo percorso artistico e gli ho voluto dire direttamente che si deve godere la vittoria e che sono felice per lui. Mi è dispiaciuto per la polemica e le offese che ha subito. Penso che questo ragazzo, per il quale mi sono sentito in torto tanto da chiamarlo sia stato usato dalla sinistra, ci sta. Chi mi conosce potrebbe osservare un rispettoso silenzio. È un ragazzo italiano che suo malgrado è stato eletto a simbolo dell’integrazione. Ma lui non si deve integrare, è nato a Milano. Lo hanno messo al centro di una storia che non gli appartiene”.

salvini a mamhood

La versione del vincitore di Sanremo: “Mi ha scritto un sms”

Sarà vero? Interviene lo stesso Alessandro a confermare al versione del politico, che però chiarisce che si trattava di un messaggio: “Credo abbia provato a telefonarmi il giorno dopo la vittoria, ma ho perso la chiamata perché è stata una giornata delirante. Poi ho letto una sua intervista in cui diceva che mi aveva mandato un sms. Ho controllato: aveva ragione. Erano così tanti che neanche l’avevo visto. Mi ha scritto: “Ciao, qui Matteo Salvini. Al di là dei gusti musicali (io preferisco altro), goditi il tuo successo!“. Ho risposto ringraziandolo”.

 

Commenti