Se ne parla tantissimo, sul web impazzano gli hashtag e i trend, c’era da aspettarsi anche un commento di Salvini su Starbucks Milano: dopo il suo “faccia a faccia” virtuale con la sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, in occasione della proiezione di “Sulla mia pelle”, il film con Alessandro Borghi e Jasmine Trinca, il ministro social ha commentato anche l’evento mondano a modo suo.

Il commento di Matteo Salvini su Starbucks Milano: “Non ho parole per quello che ho visto”

Gli spettatori televisivi più attenti avranno sicuramente potuto osservare i servizi dei vari TG sull’inaugurazione del nuovo, prestigioso, store di Piazza Cordusio. La capitale lombarda ha celebrato l’apertura del coffee shop in pompa magna, attirandosi vari tipi di commenti. Come ogni iniziativa che ‘importa’ un marchio molto noto all’estero, la domanda che sembra animare i dibattiti è sempre: ma ne avevamo bisogno?

salvini su starbucks

In coda da ore per poter entrare nell’edificio, alcuni ragazzi commentano così l’entusiasmo e il bagno di folla: “Dobbiamo solo essere felici se qualcuno investe tanti soldi da noi“. E ancora: “E’ moderno, piace ai giovani e il caffè secondo me è anche buono“.

Ecco come ha commentato la gente in fila per il caffè:

Sull’onda della discussione è spuntato anche un commento di Salvini su Starbucks Milano: “Due ore di coda per un caffè da Starbucks? Ma nemmeno se mi pagano! Non ho parole..“. Questa la reazione davanti alle lunghe fila di persone che si sono accalcate per accedere al primo punto vendita della famosissima caffetteria. Che, nello specifico, è una ‘roastery’. A spiegarlo è sempre una delle ragazze in procinto di entrare a consumare: “Il concept della Roastery è diverso da quello normale americano, hanno voluto rispettare la cultura italiana del caffè, e quindi sono curiosa di vedere come hanno realizzato il tutto”. Insomma, molte persone hanno apprezzato che Milano abbia ottenuto “un punto in più” per essere considerata a tutti gli effetti una capitale europea, competitiva, moderna e ricettiva. 

Il Ministro degli Interni, però, non sembra dello stesso avviso…

Commenti