Sting sbaglia gag a Sanremo 2018 e regala uno dei momenti più imbarazzanti durante la seconda serata del Festival. L’ex leader dei Police è stato l’ospite di punta nella giornata di mercoledì. Il suo 57th & 9th Tour, iniziato il primo febbraio, riprenderà a Los Angeles proprio dopo questa tappa italiana.

Sul palco dell’Ariston, il rocker inglese ha prima reso omaggio alla nostra canzone e all’amico di vecchia data Zucchero interpretando Muoio per te. Una cover che ha diviso il pubblico, colpa soprattutto di un italiano abbastanza stentato. La sua passione per il Belpaese è apparsa però sincera. Specie quando ha citato Rossini e Luciano Pavarotti come suoi grandi riferimenti.

Sting sbaglia gag a Sanremo 2018
Sting e Shaggy

Poi Sting ha accolto sul palco il suo nuovo socio musicale, Shaggy. L’ex Police e il giamaicano di Boombastic hanno formato un’inedita coppia cantando Don’t Make Me Wait, singolo che anticipa l’uscita (fissata per il 20 aprile) dell’album 44/876, un disco che rispecchia l’amore dei due artisti per la Giamaica. Peccato che, terminata la loro performance, qualcosa sia andato storto e Sting sia letteralmente scappato dal palco portando via Shaggy sotto braccio.

Sui social, i telespettatori si sono letteralmente scatenati. Le ipotesi sulle ragioni della fuga dall’Ariston sono state a dir poco fantasiose. Hanno rapinato una gioielleria? Gli stava scadendo il grattino al parcheggio? Era appena scoccata l’ora del bonifico? Niente di tutto questo.

Sting sbaglia gag a Sanremo 2018

Sting e Shaggy hanno semplicemente sbagliato gag. I due cantanti avrebbero dovuto salutare in fretta e furia il pubblico ma poi sarebbero dovuti rientrare per una intervista con Claudio Baglioni. Così non è stato. Nella serata in cui è emersa la verità su Fabrizo Moro e Ermal Meta (almeno in parte), il caso che sta tenendo banco alla 68° edizione della kermesse, lo sbaglio dei superospiti è parso quasi inoffensivo. L’esibizione di Sting e Shaggy è disponibile su RaiPlay.

Commenti