Vladimir Luxuria insultata da una truccatrice Rai durante la sua apparizione alla trasmissione Quelle brave ragazze. L’episodio è stato raccontato sui social dall’ex parlamentare, attivista per i diritti LGBT. Luxuria era nella sede di Saxa Rubra invitata come ospite del programma e mentre si trovava in sala trucco, è partito l’insulto omofobo. Una truccatrice, non accorgendosi della sua presenza, avrebbe commentato: “Oddio ce sta pure Luxuria, quella che se crede donna, quella che dice che vuole rappresentare le donne. Ma io mica me posso sentì rappresentata da quel froc..ne”.

Vladimir Luxuria insultata da una truccatrice Rai

“Mi sono sentita insultata e discriminata da una persona che in quel momento rappresentava l’azienda”, ha spiegato Luxuria in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook. “Pur avendo immediatamente ricevuto la solidarietà degli autori del programma e dei presenti, vorrei che in futuro non ci siano altri episodi simili. Vorrei che la Rai prendesse una posizione contro ogni tipo di linguaggio discriminatorio e contro questo episodio sgradevole. Nessun dipendente, nessun ospite, nessun lavoratore deve essere insultato per motivi legati alla razza, alla religione, al suo orientamento sessuale e all’identità di genere”.

Vladimir Luxuria insultata da una truccatrice Rai
Vladimir Luxuria (foto: Facebook @Vladimirluxuriaofficial/)

Vladimir Luxuria: Facebook per denunciare

Quando Luxuria era stata protagonista di una furiosa lite con Asia Argento, si era scusata via social pentendosi delle sue parole. La Rai ha fatto lo stesso e ha avviato un’indagine interna per chiarire l’accaduto e accertare le responsabilità. “La Rai – si legge in un comunicato ufficiale di viale Mazzini – presenta le proprie scuse formali per l’inaccettabile episodio”. A proposito del codice etico invocato da Luxuria, l’azienda pubblica “ricorda che da tempo è vigente un codice etico per i dipendenti, i collaboratori e i fornitori che riconosce, tra gli obiettivi prioritari, il rispetto della dignità della persona, i temi dei diritti civili, della solidarietà, della condizione femminile, delle pari opportunità e dell’integrazione. Tale codice etico è stato recentemente rafforzato da un Codice contro le molestie sessuali e di qualsiasi altro genere sui luoghi di lavoro”.

Ecco cosa mi è successo oggi

Publiée par Vladimir Luxuria sur jeudi 14 juin 2018

Commenti